Il Touch (conosciuto anche come Touch Rubgy, Touch football o Six down) è uno sport di squadra, variante del rugby a 13 in cui il placcaggio è sostituito da un semplice tocco dell’avversario. Il Touch è diffuso in tutto il mondo, in particolare in Australia, dove nel 1985 è nata anche la Federation of International Touch (FIT) che è l’organo di governo mondiale della disciplina.

Regole di base

VRT_RegoleTouchRugby
Regole di base Touch Rugby (fonte: TFA)

Il campo misura 50m x 70m e una partita composta da due tempi di 20 minuti l’uno.

Il gioco enfatizza la corsa, l’agilità e la comunicazione. Non ci sono placcaggi e non si calcia la palla. Questo lo rende attraente per una vasta gamma di età, abilità e strutture fisiche.

L’obiettivo principale del gioco è fare “meta” (una meta equivale a un punto).

Le squadre sono composte da 6 giocatori in campo che possono essere sostituiti durante la partita tutte le volte che vogliono in qualsiasi momento.

Il campionato italiano è di categoria mista (mixed = 3 uomini + 3 donne).

Quando toccati da un difensore i giocatori attaccanti devono eseguire un “roll ball” (mettere palla a terra tra i due piedi). I difensori devono ritirarsi in linea retta a 5 metri dal punto del roll ball.

Dopo 6 tocchi, il possesso passa all’altra squadra per il proprio turno all’attacco.

Il mediano (colui che raccoglie la palla dopo il rollball del compagno) non può segnare.

Le infrazioni più comuni sono: passaggio in avanti, fuorigioco, touch-and-pass, roll-ball oltre il segno e gioco troppo vigoroso.

Storia del touch

Il Touch è nato in Australia fra gli anni cinquanta e sessanta come gioco sociale nei parchi, e come propedeutico per imparare le regole del rugby. La nascita ufficiale del touch è datata 13 luglio 1968, con la nascita del South Sydney Touch Football Club su iniziativa di Robert (Bob) Dyke and Ray Vawdon, che vengono considerati i fondatori della disciplina. Il primo match ufficiale di Touch Rugby fu organizzato quello stesso anno, mentre l’anno seguente fu organizzata la prima competizione ufficiale nello Snape Park a Sydney. Nei primi anni settanta furono codificate le regole ufficiali della disciplina e nel 1976 fu fondata la Australian Touch Football Association.

La fama della nuova disciplina ebbe grande impulso quando nel 1977 la Sydney Rugby League chiese alla neonata associazione di Touch Rugby di organizzare l’incontro di apertura prima del match di finale della Sydney Rugby League Grand Final, davanti a più di 40000 spettatori.

Da quel momento in poi il touch si è diffuso rapidamente nel resto del mondo, in particolare nel sud del pacifico e in Gran Bretagna. Nel 1985 fu fondata, sempre in Australia la Federation of International Touch, che nel 1988 organizzò la prima coppa del mondo di Touch football a cui parteciparono cinque paesi: Australia, Canada, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea, USA.

Il Touch In Italia

Molto reputata a livello internazionale, ItaliaTouch, Associazione per lo sviluppo del Touch, è stata premiata con l’organizzazione del Campionato Europeo per nazioni 2012  a Treviso che ha visto oltre 1.000 atleti presenti.

fonte dei testi: Italia Touch

 

Contributi video

Scozia – Italia
Campionati Europei 2018 – Categoria Men Open

 

Italia – Scozia
Campionati Europei 2018 – Categoria Women Open

Annunci